B4


 E perché meno ammiri la parola, guarda il calor del sole che si fa vino, giunto a l’omor che de la vite cola.

 Dante Alighieri, La Commedia – Purgatorio (Canto XXV)

 

La Divina Cantina vuole far riscoprire la magia e la cultura per il vino sfuso.

Purtroppo negli ultimi anni per colpa anche della guerra al ribasso ai prezzi si é giocato a discapito della qualità del vino, si pensi invece che la vendita del vino sfuso é una tradizione con radici profonde, era un alimento importante e veniva portato nelle città in grandi botti da osti che provvedevano alla messa in bottiglia oppure alla vendita del vino sfuso per il consumo giornaliero.

Parte di questo vino veniva acquistato dai produttori nelle vallate e trasportato in città in botti di castagno, prima sui carri trainati da buoi o cavalli e più avanti con i primi camion.

Molti osti inoltre vinificavano direttamente nella propria cantina con uve provenienti da vigne di parenti ed amici viticoltori.

Il nostro intento é quello di riportare al cliente la qualità e la genuinità del vino sfuso, pari a quello imbottigliato, avendo però un notevole risparmio di denaro.